In #Italia le #politiche del #lavoro uccidono e tolgono la #dignità. Una situazione insostenibile!

lavoro-precarioRoma, 8 feb.  – “L’attuale governo dell’Italia porta a uno svilimento della dignità delle persone tale, da rendere la politica più che estranea: nemica”.

Così il Senatore Francesco Campanella (Sinistra Italiana) che a fine seduta oggi in Senato ha denunciato “tre fatti della vita italiana, cui quest’aula dovrebbe prestare la massima attenzione: perché, se non siamo capaci di parlarne, appariamo inutili”.

“Ieri è stata resa nota una lettera di denuncia di un trentenne precario e disoccupato che ha scelto di suicidarsi. Lettera di lucida denuncia, che merita risposta per avere sollevato il tema di invivibilità del nostro paese per amplissime fasce di persone”, ha riferito il senatore.

“Non è un tema legato solo ai giovani. Stamani è il primo giorno di non-lavoro per una dipendente della ditta che fornisce i servizi di pulizia al Senato. Questa donna ha più di 65 anni ma come altre colleghe aspirava a continuare il proprio lavoro perché ha solo 25 anni di contributi e conta di accedere a una pensione di circa 500 euro, metà dell’attuale stipendio. Ma è stata trattata come una merce scaduta”, aggiunge Campanella.

“Non è un problema legato solo alla mancanza di lavoro: ieri un sindacato di base ha dichiarato un’ora di sciopero perché un operaio alla catena di montaggio, dopo aver chiesto più volte di andare in bagno, alla fine non è riuscito a trattenersi e si è urinato addosso”.

“Sono storie individuali, ma danno la misura di un disagio profondo: nascere in Italia appare a molti ormai come una disgrazia, il cui unico rimedio è la fuga. Proprio come succede nell’Africa Sub-Sahariana. Questo Parlamento deve assolutamente trovare alternative a politiche-tritacarne, che fanno a pezzi la dignità delle persone e tolgono qualsiasi speranza ai giovani”, conclude il Senatore.

Campanella (Sinistra Italiana): Palermo, passante ferroviario. I lavoratori non devono pagare i ritardi della politica

sisPalermo, 2 feb. – “Il governo e la Regione non possono continuare a far finta di nulla, mentre i lavoratori rischiano un licenziamento ingiustificato e il collegamento ferroviario tra Palermo e Trapani continua a restare bloccato con gravi disagi per l’utenza”.

È quanto sostiene il Senatore Francesco Campanella (Sinistra Italiana – Altra Europa con Tsipras) a proposito della vicenda che vede coinvolti 200 operai della SIS, la società che per conto di RFI sta costruendo il passante ferroviario di Palermo. Sostenuti da Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil, hanno chiesto l’intervento del ministro dei Trasporti Del Rio e annunciato una giornata di sciopero il 10 febbraio prossimo.

La SIS ha avviato un contenzioso con la RFI chiedendo un adeguamento delle tariffe, poiché l’appalto risale al 2004, e attende l’autorizzazione da parte della Regione al completamento dei lavori, dopo la variante imposta dal rinvenimento di una falda acquifera nell’ultimo tratto.

“Ma il cantiere non è fermo e nemmeno prossimo alla chiusura, non c’è alcuna giustificazione per un provvedimento che avrebbe un grave impatto sulla vita di 200 famiglie”, nota il Senatore.

“Il ministro Del Rio deve intervenire urgentemente per trovare una soluzione che permetta di concludere i lavori senza far pagare ai lavoratori i ritardi della Regione e i contenziosi tra aziende”, conclude il Senatore.

Palermo: «Come siamo usciti dal Welfare e come possiamo tornarci» Sabato 28 gennaio ore 16.00

seminario«Come siamo usciti dal Welfare e come possiamo tornarci»: è questo il titolo del dibattito che si terrà il prossimo sabato 28 gennaio alle 16 nell’Aula Rostagno del Palazzo delle Aquile a Palermo.

Un incontro promosso dal senatore di Sinistra Italiana, Francesco Campanella, nel corso del quale interverrà la scrittrice Rosa Fioravante, autrice di “Quando è troppo è troppo! Contro Wall Street, per cambiare l’America, Bernie Sanders”.

Un momento di sintesi e confronto per ragionare su quali sfide deve affrontare oggi la sinistra e su come allontanarsi dall’autoreferenzialità dietro cui l’attuale classe dirigente si è trincerata.

«Il sistema economico neoliberista – dice Campanella – ha radicalmente cambiato il volto della società occidentale, perché parcellizzando il lavoro ha reso più difficile la coscienza di classe fra lavoratori. È così che siamo arrivati a vivere in una società in cui pochissimi hanno troppo e il 99 per cento ha troppo poco. In questo contesto, la politica in Occidente si avvia a presentare sempre più due scelte fra il meno peggio. Il tertium non datur è la sinistra. Cioè quel polo che propone di rovesciare il cambiamento climatico, di redistribuire le ricchezze, di avere il pubblico che controlla l’economia e non il denaro che controlla la vita degli esseri umani». Continua a leggere

Palermo, Campanella: «Lista Sinistra Comune non rappresenta SI Sostegno Pd è segno di robustezza della proposta di Orlando»

Logo_di_Sinistra_Italiana_Rosso_BiancoPalermo, 23 gen. – «L’associazione “Sinistra Comune” nasce dalla volontà unitaria del gruppo di Rifondazione Comunista di Palermo e di un gruppo di persone provenienti dall’esperienza di Sel. Non rappresenta Sinistra Italiana, partito ancora in fase Costituente, che quindi non poteva esprimersi per la lista “Sinistra Comune” come per qualsiasi altra soluzione».

Lo dichiara in una nota il senatore di Sinistra Italiana, Francesco Campanella.

«Mi fa comunque piacere – sottolinea il parlamentare – manifestare grande attenzione e sostegno alla candidatura di Leoluca Orlando, che nonostante le grandi difficoltà è riuscita a promuovere un percorso di rinascita alla Città di Palermo».

A proposito dell’apertura del Partito democratico nei confronti della candidatura del primo cittadino uscente, Campanella sottolinea come «incuriosisce la corsa in aiuto dell’amministrazione Orlando da parte di soggetti politici fino a ieri avversi, ma vogliamo coglierla come segno di robustezza della proposta politica di Orlando. Proposta che apprezzo e ritengo non debba deflettere, a causa dei nuovi supporters, dalla tensione finora mostrata per verso il bene della città e dei palermitani».

M5S. CAMPANELLA (SI): GRILLO PREOCCUPANTE SU POLITICA ESTERA

neriRoma, 23 gen. – “Che Grillo non fosse ne’ Olaf Palme ne’ Kissinger lo avevamo intuito gia’ da un po’. Che riuscisse a mutare posizione con la velocita’ di Ridolini riesce pero’ a sorprendere sempre”.

Cosi’ il senatore Francesco Campanella di Sinistra Italiana – Altra Europa con Tsipras commenta gli apprezzamenti di Grillo per Trump e Putin.

“Tutto cio’ non sarebbe grave in una conversazione da bar – avverte Campanella – ma preoccupa in un leader di partito con ambizioni di governo. Il passaggio del governo dalle mani di questo PD a quelle di questo M5S non costituirebbe un miglioramento ma l’esito fatale di un decorso politico infausto. E i cittadini ne stanno gia’ prendendo atto”, conclude il senatore.

M5S:Campanella,chi mantiene casacca lo fa solo per stipendio

luigi_di_maio_675-675x275ROMA, 12 GEN – “Chi mantiene la propria casacca, passando sopra alle proprie idee e agli impegni assunti con gli elettori, tiene solo al proprio stipendio, specialmente se per lui o lei è una piacevole novità”.

Risponde così il Senatore Francesco Campanella (Sinistra Italiana – Altra Europa con Tispras) al vicepresidente della Camera Luigi Di Maio (M5S), che a sua volta ha accusato i due parlamentari europei M5S che hanno aderito ad altri gruppi di averlo fatto solo per ragioni economiche. Accusa che anche a Campanella, si legge nella nota, “è stata mossa continuamente, dopo la sua cacciata dal M5S con cui era stato eletto”.

“Capisco, per ovvie ragioni chi è caduto nella trappola del M5S, non capisco chi ha continuato come se nulla fosse quando ha capito che era tutta una montatura”, conclude il senatore.

Olio palma: Campanella, inaccettabile autodifesa Ferrero

Olio palma: Campanella, inaccettabile autodifesa Ferrero Firmatario disegno legge che mira a ridurre utilizzo alimentare

composizione-ingredienti-nutellaROMA, 11 GEN – “E’ inaccettabile che la salute dei consumatori sia messa in mano alla direzione commerciale e agli uffici marketing di un’impresa, la Ferrero, che realizza larga parte dei suoi profitti proprio grazie all’utilizzo di una sostanza – l’olio di palma – il cui consumo occulto e in eccesso sta mettendo a rischio la salute di migliaia di italiani”.

Lo afferma in una nota il senatore Francesco Campanella (Sinistra Italiana – Altra Europa con Tsipras), primo firmatario di un disegno di legge che mira a ridurre l’utilizzo dell’olio di palma per scopi alimentari. “Sappiamo tutti che non esiste l’olio di palma ‘sicuro e sostenibile’, come dice l’azienda”, continua Campanella.

“Ancora più scandaloso è che l’azienda si faccia forte, senza fornire prove, della presunta opinione degli stessi consumatori, che sono coloro che vedono la propria salute danneggiata dal consumo occulto di olio di palma”.

“L’EFSA ha messo in guardia sulla presenza di alti livelli di sostanze tossiche e l’UE prepara un regolamento che dovrebbe disciplinare l’utilizzo dell’olio di palma per scopi alimentari, pur senza metterlo al bando”, prosegue Campanella.

“Benvenute queste norme. Ma basterebbe adottare il ddl da me proposto, e agire sulla leva fiscale, per avere un deterrente forte all’ utilizzo di oli meno dannosi, cosa che la Ferrero continua a rifiutarsi di fare, sostanzialmente in nome del profitto sulla pelle dei consumatori”, conclude il senatore.