Rifiuti, Campanella: “La Regione conta di impegnarsi nel coordinamento? È impensabile che i costi siano sostenuti dai cittadini”

rifiuti-crocettaPalermo, 29 agosto 2016 –  “Non è possibile continuare a scaricare sulle spalle dei sindaci (e tramite loro sui portafogli dei cittadini) i costi della mala gestione dei rifiuti in Sicilia. Lo spropositato aumento delle tariffe di conferimento, il cui ultimo episodio riguarda la discarica di Siculiana, è l’esempio lampante di come in materia di rifiuti l’unica parte vivace siano i gestori delle discariche, soprattutto i privati. Davanti alle proteste dei sindaci sarebbe interessante capire cosa sta facendo la Regione e come (e se) interagisce in questa paradossale vicenda”.

Lo dichiara in una nota il senatore di Sinistra Italiana, Francesco Campanella, a proposito dell’aumento delle tariffe per il conferimento nella discarica di Siculiana.

“Se è vero – prosegue l’esponente di Palazzo Madama – che la differenziata è l’unica via possibile, è verosimile che la raccolta dei rifiuti da riciclare possa partire soltanto nel momento in cui ci sia un serio coordinamento da Palazzo d’Orleans. Farla partire nei Comuni, in assenza di questo requisito indispensabile, per i sindaci sarebbe volersi fare del male da soli”.

Ars, Campanella: “Assenza numero legale grazie a assist grillini Nella notte di San Lorenzo, a cadere sono stati anche i falsi eroi”

arsPalermo, 11 agosto 2016 – “L’assist che i grillini hanno fornito a Forza Italia, assenti alla chiama delle 19 in Aula, ha permesso ieri sera a sala d’Ercole di far saltare la seduta per assenza del numero legale e rinviare tutto a settembre, compresi gli stipendi per i funzionari delle ex Province, le somme per i consorzi di bonifica, l’assistenza ai disabili”. Lo dichiara in una nota il senatore di Sinistra Italiana, Francesco Campanella.

“Un’alleanza in piena regola – prosegue il senatore -, quella tra i deputati “puri e onesti” del Movimento di Beppe Grillo e gli esponenti di Forza Italia, uno scempio che lascia coi conti in rosso centinaia di lavoratori per la gioia dei grillini, che hanno potuto scaricare le responsabilità sulla maggioranza”.

“L’irresponsabilità mista al cinismo causa sempre dei mostri – prosegue Campanella – e i risultati oggi sono sotto gli occhi di tutti. Non è creando i problemi per scaricare poi la responsabilità sugli altri, che si conquista il consenso. Si godano le loro vacanze, i deputati grillini. Stiano tranquilli che chi non avrà i soldi per pagare le bollette o comprare un gelato ai propri figli si ricorderà di loro e della notte di San Lorenzo, la notte della caduta dei falsi eroi”.

RIFIUTI, CAMPANELLA, BOCCHINO (SI): DA CROCETTA SOLUZIONI TAPPABUCHI, EMERGENZA CONTINUA

rifiuti-crocettaRoma, 2 ago. – “L’audizione del presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta in Commissione Antimafia oggi al Senato, e le ultime decisioni del governo regionale, che consentono ai Comuni di conferire i rifiuti nelle discariche pubbliche senza alcun limite nel periodo estivo, mostrano tutta l’incompetenza e la mancanza di pianificazione strategica della giunta regionale”.

Cosi’ i senatori Francesco Campanella e Fabrizio Bocchino, Sinistra Italiana – Altra Europa con Tsipras, hanno commentato le dichiarazioni rese in Commissione Antimafia dal governatore della regione Siciliana Crocetta.

“Questo significa ignorare completamente delle condizioni in cui vivono le persone residenti nei pressi di queste discariche, alcune delle quali subiscono da anni gravi intossicazioni a causa idrogeno solforato che si sviluppa dai rifiuti”, spiega Fabrizio Bocchino.

“E’ il caso di Misterbianco e Motta Sant’Anastasia, dove si trova la discarica di Valanghe d’Inverno che continua a restare aperta in virtu’ di continue proroghe con ordinanze urgenti”, denuncia Francesco Campanella. “Per questo abbiamo presentato una interrogazione al Ministro dell’Ambiente: il governo non puo’ continuare a chiudere non uno, ma tutti e due gli occhi, e lasciare aperte le discariche, nel disprezzo piu’ assoluto del diritto alla salute di chi vive ad appena 500 metri dall’impianto, con un elevato rischio di sviluppare cancro ai polmoni”, concludono i senatori.

Sanatoria, Campanella: “Un abominio che mette in ridicolo la Sicilia Segno di una politica incapace di guardare al bene comune”

ecomostroPalermo, 01 agosto 2016 – “L’ipotesi di una sanatoria entro i 150 metri dalla costa è l’emblema della inadeguatezza di questa classe dirigente siciliana, capace soltanto di guardare al proprio tornaconto, di guardare alla prossima elezione infischiandosene della prossima generazione, incapace di pensare al bene comune al punto da essere pronta a stuprare ancora una volta le coste siciliane. Il governo nazionale ha già annunciato l’impugnativa? Come può una politica siffatta difendere l’autonomia siciliana da Roma? Se l’Assemblea Regionale non è capace di tutelare la Sicilia e i siciliani, come potrà gridare al rispetto dello Statuto, quando Roma rigetterà correttamente tentativi irresponsabili come questo? Il presidente dell’ARS  fermi questo abominio, prima che la Sicilia anche in questa occasione si metta in ridicolo davanti al Paese”.

Lo dichiara in una nota il senatore di Sinistra Italiana, Francesco Campanella, a proposito dell’emendamento che introduce la sanatoria entro i 150 metri dalla costa, in discussione domani a Sala d’Ercole.

Accordo Stato-Regioni, emendamento soppressivo al Senato Campanella: “Norma insensata, unica via è abolizione”

0001 (30)Roma, 29 luglio 2016 – Un emendamento per mettere fine all’accordo truffa Stato-Regioni. I senatori di Sinistra Italiana Francesco Campanella e Fabrizio Bocchino hanno depositato a Palazzo Madama un emendamento al decreto legge Enti Locali in discussione al Senato per chiedere la soppressione dell’articolo 11 dell’accordo Stato-Regioni firmato da Crocetta e Renzi.

art11“È una norma insensata – commenta Campanella – che priva la Sicilia di risorse fondamentali per il suo sviluppo e svilisce l’autonomia della Regione. Soltanto un governatore incompetente poteva tornare a casa con un disastro del genere e presentarlo come un fatto storico. L’unico modo per salvare la Sicilia è abolire l’accordo, per non strozzare ulteriormente i conti regionali, già commissariati da Roma”.

Gela, Campanella: “Attacchi a Messinese inquietanti. Il sindaco non è solo, al suo fianco i cittadini che credono al cambiamento”

messinese-Palermo, 25 luglio 2016 – “Gli episodi che si sono registrati a Gela negli ultimi giorni sono a dir poco inquietanti, per quanto possano apparire singole vicende slegate tra loro, sembrano invece frutto di una regia unica. Domenico Messinese sta amministrando bene a Gela, nonostante l’aver trovato un bilancio comunale ingessato da situazioni debitorie improponibili e il continuo ostruzionismo subito da Movimento 5 Stelle e Pd”. Lo dichiara in una nota il senatore di Sinistra Italiana, Francesco Campanella.

Secondo Campanella, “due strade contemporaneamente bloccate dai rifiuti, mentre viene appiccato un incendio in una struttura sportiva, non sono fenomeni slegati tra loro. La carcassa di una mucca in una zona in cui non pascolano animali e dei topi di fogna morti dove non ci sono fogne sono segnali chiari e quanto mai inquietanti. Tutto questo mentre la situazione dei rifiuti si sta normalizzando, anche alla luce della riapertura della discarica, e mentre la differenziata inizia finalmente a decollare”.

“Che siano attacchi di natura politica o meno, non importa – conclude Campanella -. Domenico Messinese non è solo, al suo fianco tantissimi cittadini che credono al cambiamento”.

TURCHIA: CAMPANELLA-BOCCHINO (SI), UE E GOVERNO RENZI NON POSSONO FARE FINTA DI NIENTE

TURCHIARoma, 20 lug. – “Arresti di massa di magistrati, docenti universitari e insegnanti costretti alle dimissioni, funzionari pubblici destituiti, chiusura di media e sospensione dei giornalisti, occupazione di tutti i poteri in barba a quella separazione senza la quale non esiste democrazia: di fronte a tutto ciò l’Europa non può continuare a tacere, fingendo che il governo turco di oggi sia lo stesso con il quale l’Unione Europea ha concluso il vergognoso accordo per bloccare i profughi”.

Per i senatori Francesco Campanella e Fabrizio Bocchino (Sinistra Italiana – Altra Europa con Tsipras), “ben vengano le proteste dei magistrati, degli avvocati e dei docenti universitari italiani che da anni collaborano con le equivalenti istituzioni turche, ma il silenzio del governo Renzi è inaccettabile”. Continua a leggere