Azzollini, Bocchino e Campanella: Sempre più difficile prendere la tessera del PD

Roma, 29 lug – “Stamattina i senatori del Pd hanno votato ‘secondo coscienza’ sull’esistenza o meno di un fumus persecutionis nella richiesta di arresti domiciliari per il senatore Azzollini e hanno dimostrato di aver una coscienza molto molto duttile: tanto da capovolgere il voto dello stesso Pd nella Giunta per le autorizzazioni e salvare Azzollini”, dichiarano i senatori Fabrizio Bocchino e Francesco Campanella, della componente “L’altra Europa con Tsipras” del gruppo Misto.

“Un elettore – proseguono i due senatori – ha detto oggi con un tweet rivolto al governatore della Puglia Emiliano che ‘prendere la tessera del Pd diventa sempre più difficile’.

In effetti, di fronte a una simile dimostrazione di qual è la coscienza del Pd, pensiamo che decine di migliaia di cittadini di sinistra si stiano rendendo conto che prendere la tessera del Pd non è affatto un obbligo, e non è neppure consigliabile”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...