Bocchino, Campanella (SI-AET), Ddl Boschi: Renzi farebbe meglio ad astenersi da un intervento inopportuno

costituzioneROMA, 11 aprile 2016 – “Un elogio all’incoerenza”. Così i senatori Fabrizio Bocchino e Francesco Campanella (Sinistra Italiana-Altra Europa con Tsipras) giudicano il comportamento del premier Matteo Renzi, che “accusa i deputati che hanno chiesto di spostare il voto sulla legge Boschi di comportamento anti-democratico, mentre lui continua a invitare i cittadini a non andare a votare al referendum  no Triv”.

Per Fabrizio Bocchino e Francesco Campanella “bene ha fatto Filippo Zaratti di SI a richiamare, nel dibattito alla Camera, la prepotenza con cui questo governo ha spinto per una riforma costituzionale, che spetta per dettato costituzionale solo al Parlamento”.

“Il Ddl Boschi non fa risparmiare, non abolisce il Senato, ma ne cambia la natura, facendone una camera di nominati anziché di eletti, e privando così i cittadini del diritto a partecipare alla democrazia attraverso il voto. E punta a farla finita con la separazione dei poteri, lastricando la strada per un governo autoreferenziale, autocratico e autoritario”.

“Meglio sarebbe se oggi pomeriggio il premier si astenesse dal suo intervento alla Camera, oltremodo inopportuno”, concludono.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...